:: quaderni di poesia tedesca
«« torna all'indice

Università degli studi di Torino
Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso di Laurea in Lingue e Letterature Straniere
Tesi di Laurea in Letteratura Tedesca
Anno Accademico 1996-1997

La poetica di Alfred Kolleritsch

a cura di Massimo Bonifazio
|
 consulta:
|
Indice
|
Introduzione e Poetica
|
Traduzioni
|
Testi - Commenti
|
|
 scarica:
|
Indice
|
pg 1- 40
|
pg 40-292
|
pg 293 - 360
|

Introduzione

Alfred Kolleritsch è noto soprattutto per il suo impegno in ambito letterario come scopritore di talenti. I manuskripte hanno dato spazio ad autori che oggi sono considerati fra i maggiori di lingua tedesca, come Peter Handke e Barbara Frischmuth; il Forum Stadtpark ha rappresentato la possibilità di un approccio alternativo con la cultura all'interno di una cittadina di provincia, approccio riassunto dal motto "Anche Graz è in Europa": la ricerca di orizzonti più vasti, europei appunto, senza perdere di vista interessi tradizionalmente austriaci come lo scetticismo linguistico.
L'opera letteraria di Kolleritsch, per quanto non di primo piano nel panorama letterario austriaco, offre suggestioni che tematizzano le fratture dell'uomo contemporaneo con toni dimessi, che a tratti sfiorano la gracilità. Gli ambiti preferenziali sono la lingua, la percezione del mondo e il rapporto con l'Altro, in una situazione di forte spaesamento esistenziale.
La contiguità degli interessi dell'autore con i nostri ci ha spinto a tradurre integralmente il volume "Gedichte" . Tale scelta è stata fatta almeno due motivi: innanzitutto esso contiene una selezione sufficientemente ampia e significativa di liriche; in secondo luogo tale selezione è stata fatta da un amico di Kolleritsch, la cui autorità ci sembra indiscussa, ossia Peter Handke.
La traduzione si è concentrata sulla fedeltà al testo originale, attenendosi ai suggerimenti per così dire intertestuali via via dati dall'autore stesso, che guardano ad un linguaggio al contempo quotidiano e filosofico, in cui si sentono echi di autori antichi e moderni, come Eraclito e Heidegger. Alle liriche abbiamo affiancato la traduzione di due interventi sulla poesia che ci sembravano di particolare interesse.
I commenti, sia quello generale che quelli ad alcune singole poesie, intendono suggerire possibili percorsi di avvicinamento alla lirica kolleritschiana, senza alcuna pretesa di esaustività.




«« torna all'indice
 
 
home | publicazioni | quaderni | bacheca studenti | progetti & materiali | eventi | links
informazioni | suggerisci | contattaci